Creative Strategist, una grande strategia richiede grande creatività.

Sasà Tomasello > Creative Strategy > Creative Strategist, una grande strategia richiede grande creatività.

I Creative Strategist insieme ai Direttori Creativi sono parte di un team ma con responsabilità diverse. I primi sono professionisti che lavorano per identificare il pubblico per una campagna di marketing e la strategia da realizzare, mentre i Direttori Creativi lavorano per trasformare le strategie in realtà.

Un Creative Strategist deve essere in grado di pensare fuori dagli schemi per elaborare piani media che utilizzano una varietà di piattaforme come televisione, radio o in rete ed essere in grado di raggiungere il pubblico più ampio possibile o, anche, per raggiungere un tipo specifico di pubblico.
Devono usare le loro capacità per implementare strategie con i membri del team e interpretare i brief dei clienti e i centri media per poi trasformarli in proposte creative ed elaborare idee capaci di soddisfare le loro esigenze.

Gli Strategist, inoltre, devono avere la capacità creativa di individuare un percorso o soluzioni di comunicazione in modo originale e non scontato e allo stesso tempo applicare ad una strategia che possa realizzare degli obiettivi.

Quindi, creatività intesa come forma mentis con grande capacità di problem solving e coordinamento del team al fine di semplificare la creazione di attività creative e innovative e strategia basata sull’analisi dei dati e sulla costante ricerca e aggiornamento in ambito digitale, sulla curiosità nel trovare nuove soluzioni e nella sperimentazione.

I connect the dots and see a picture.

Il Creative Strategist è colui che riesce ad avere la capacità creativa di individuare un percorso o soluzioni di comunicazione.

Quindi potremmo definire quella del creative strategist, da un lato una competenza strategica è basata sui numeri, sulla costante ricerca e aggiornamento nel campo del digital marketing in grado di concretizzare gli obiettivi e una propensione nel trovare soluzioni innovative e dall’altro lato una competenza più creativa, intesa come forma mentis, con grande capacità di problem solving e coordinamento team, in grado di semplificare processi e dinamiche creative e l’utilizzo di attività “innovative”.

Una risorsa che riesce a suggerire o accelerare un pensiero creativo di comunicazione e renderlo concreto applicando dinamiche strategiche basate sul marketing, integrando tecnologia o mezzi e strumenti adatti.

Le responsabilità lavorative includono:

  • Avere un’ampia conoscenza del cliente e delle sue esigenze;
  • Lavorare con i vari team per supportare il cliente;
  • Analizzare il brief e il posizionamento del cliente, fornendo le linee guida strategiche;
  • Supportrea la realizzazione dei progetti, curando la presentazione con il reparto creativo e l’account;
  • Realizzare analisi e monitoraggi, individuando soluzioni strategiche adeguate;
  • Studiare e condividere all’interno dell’agenzia le principali novità e i trend;
  • Supportare l’account nella creazione di progetti e del new business.

Il Creative Strategist deve essere  in grado di delineare diverse attività di marketing e la creatività in base agli obiettivi:

aumentare la reputazione percepita di un marchio (Awareness), coinvolgere le persone perché svolgono un’azione (Engagement), convertire il target da passivo ad attivo attraverso un’azione concreta, come una vendita (conversione). E tanto altro.

Ecco allora un metodo interessante, quello delle 5I: Inspiration, Idea, Image, Innovation, Insight.

Inspiration
È necessario avere una buona conoscenza del brand, capire chi è il target, le sue abitudini digitali e quali sono i touch point. Analizza le attività svolte dai concorrenti per creare attività che funzionano. Trova una visione, un concetto che guida la creatività.

Idea
È ora di creare! L’idea creativa si sviluppa: dovrà essere un concept originale e rappresenterà il filo conduttore dell’intero progetto di comunicazione. La comunicazione deve essere coerente con il brand e con l’attività che vogliamo promuovere, essere declinabile su tutti i canali di comunicazione che utilizziamo e parlare correttamente al nostro target di riferimento.

Image
Catturare l’attenzione e provocare emozioni ci consente di stabilire relazioni e aumentare la fedeltà dei clienti. I consumatori scelgono i Brand a cui si sentono eticamente vicini e li rappresentano dal punto di vista del valore. Per questi motivi il Visual permette di coinvolgere i clienti e in questo le immagini assumono un ruolo fondamentale.

Innovation
Per amplificare la nostra attività scegliamo attentamente quali attività digitali attivare, canali social da utilizzare, tecnologia, tone of voice, formati e relativi processi da integrare nel piano di comunicazione e media plan.

Insight
Questa volta non parliamo di intuizione, ma di Dati e Analisi. Ogni strategia deve essere misurata per monitorare l’andamento della nostra comunicazione e della nostra campagna e produrre report con dati e obiettivi raggiunti.

Esiste una forte relazione tra strategia di marketing, obiettivi aziendali e prodotti creativi.

La strategia creativa dovrebbe essere la chiave per il successo di un progetto aziendale. Una società sceglie la strategia da applicare con l’aiuto degli sforzi pubblicitari, del design aziendale e delle tecniche di marketing che definiscono in realtà cosa è il marchio e quanto beneficio per gli altri.

Ogni azienda o brand richiede una strategia creativa per avere successo e una grande strategia richiede grande creatività.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: