Branded Content, creare esperienze a misura d’uomo.

Sasà Tomasello > Content Marketing > Branded Content > Branded Content, creare esperienze a misura d’uomo.

Quello che più mi stimola nel mio lavoro è costruire storie ma bada bene, non ho detto raccontarle, ma proprio “costruirle”.

Creare esperienze ritagliate su misura per i clienti di un determinato brand. Che si tratti di un nuovo format o di un concept, di realizzare una nuova campagne o di utilizzare tecnologie o new media, trovo molto stimolante mettermi nei panni di chi dovrà percepire quella comunicazione. Fare in modo che si possa vivere un’esperienza unica e quanto più personalizzata possibile, in modo che se la senta cucita sulla “propria pelle”.

Oggi giorno, la maggior parte dei brand ha compreso quanto sia importante avere una Content Strategy costruita su misura per i propri clienti, proprio come descritto nel precedente post “Content Marketing, nelle strategie di marketing sono i contenuti a fare la differenza.“, che abbia contenuti innovativi, personalizzati, di qualità e, di non poco conto, “home made”, ovvero fatti a mano o percepiti come tali magari perché affidati a content creator professionisti che sono la naturale evoluzione dei più noti influencer. Ci occuperemo prossimamente di queste figure su queste pagine.

I Branded Content hanno proprio questa peculiarità: attraverso uno storytelling sono capaci di generare engagement.

Aumentare l’awareness per costruire o consolidare i valori della marca, attraverso l’intrattenimento e la partecipazione dei clienti, oggi sempre più centrali nei progetti dei brand più ambiziosi. Non a caso la Branded Content è sempre più vicina al concetto di Branded Entertainment e sempre meno identificata nel concetto di Content Marketing. Mi vedrebbe da suggerire, però, che siamo sempre più vicini ad un concetto di BRANDED EXPERIENCE.

Mi preme sottolineare che quando parliamo di Branded Content siamo molto lontani dal concetto di Product Placement, che è quella comunicazione in cui i prodotti di marca vengono posizionati in maniera apparentemente naturale in una struttura narrativa (ad esempio, le sigarette fumate dall’attore di turno per i più nostalgici o il capo di abbigliamento indossato dalla starlette di turno evidentemente sfoggiato nelle più svariate trasmissioni televisive)

Ma allora di cosa stiamo parlando quando parliamo di Branded Content?

Intanto, si tratta di contenuti privi di un messaggio pubblicitario esplicito che ha come obiettivo, come abbiamo già detto, quello di consolidare i valori di un brand.

Astronauta Felix Baumgarte nello spazio su modulo Red Bull sratos
Felix Baumgarte Red Bull sratos

Un esempio virtuoso, su tutti, di Branded Content è quello di Red Bull che per raggiungere il proprio target/personas, generano contenuti dedicati a “giovani adulti” appassionati di sport estremi e non solo, attraverso un palinsesto di assoluto intrattenimento che per la sua spettacolarità induce non solo gli appassionati, ma anche i più curiosi a fruire dei propri contenuti su le più disparate piattaforme, social, web, tv e stampa. Oltre a creare una quantità incredibile di eventi a cui tutti possono aderire e sentirsi parte del brand stesso.

Diversamente da un piano di comunicazione votato ad una strategia di Content Marketing, dobbiamo rilevare che i Branded Content sono operazioni più tattiche e meno legati al fattore tempo. In pratica, possono avere una cadenza meno regolare e avere obiettivi assolutamente diversi: una strategia di Branded Content è mirata ad aumentare o migliorare la brand awareness attraverso contenuti atti a generare valore.

La vera vittoria di un brand e di conseguenza per un marketer, avviene quando riesce davvero a mettersi nei panni della gente che riesce davvero a sentirsi protagonista e sentirsi parte integrante dell’esperienza così sapientemente costruita dalla marca.

Vale nel marketing come nella vita vita: possiamo anche dimenticarci di un bacio o di una carezza, ma non possiamo mai scordarci di come una persona ci fa sentire.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: